Skip navigation

Sentivo musica che non credevo neppure mi appartenesse ed improvvisamente mi sono sentito cosi’ vecchio e cosi’ felice di esserlo.
Accade sia allungare la mano e sfiorare qualcosa, tocco invisibile nel buio piu’ completo, luogo di sola gioia, di unico senso disponibile di gioia sconfinata.
So perfettamente che vita e morte si sfiorano e nell’apice dell’una si ama voluttuosamente l’altra perche’ piacere e’ ombra misteriosa, velo che ottenebra confusione e dolore e forse non sara’ vero ma sapere di immergersi nel’estasi puo’ divenire illusione definitiva come volo oltre i propri cieli, al di la’ di ogni possibile ed auspicabile godimento.
Forse e’ solo questione di dire basta e finirla di cercare altrove, di spingersi su strade sempre uguali alle altre che appaiono migliori in virtu’ di memoria fallace, di stanchezza latente, di inganno obbligatorio, forse seguire e poi fermarsi in unico punto e dall’asfalto osservare le ultime stagioni, sentire sulla pelle avanzare la notte, depositarsi di rugiada e farsi coprire di stelle e gelo, divenire humus per qualcosa che non importa cosa, che non c’e’ bisogno cosa, che non dice cosa.
Accordo dissonante provoca brividi, prima reazione di fuga, sensazione di tradimento poi si resta perche’ in qualche modo funziona, struttura pare reggere e non importa quanti controtempi vi siano finche’ armonia alfine trionfa.
E’ che c’e’ ancora qualcosa che non comprendo ma so essere voce di bambino che giocava ad essere adulto e adulto sul serio nell’aria vaga antica lezione, risposta rimasta nell’etere, nella testa e come molla compressa da decenni comunque esplode liberando energia sospesa ed e’ liberazione gioiosa, comprensione ed esaudita pace ma anche dubbio che in fondo emozione sia forza latente non creabile ma solo scopribile, pietra preziosa in profonda roccia e timore non e’ scavare ma scoprirsi vena arida, sentirsi terra esausta, proiezione di tramonto.
It’s an illusion, It’s a game,
Or reflection of someone else’s name.
When you wake in the morning,
Wake and find you’re covered in cellophane.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: